Alcuni consigli e trucchi in cucina 3°

Pasta al forno

Quando preparate la pasta al forno, che è ottima sia calda che fredda e quindi molto usata anche in estate, spesso vi riesce una crosta troppo cotta che non gradite o che sapete non gradita ai vostri ospiti.
Il trucco per ovviare a questo, che per voi è un inconveniente, c’è.
Per cuocere usate inizialmente il grill e non la fiamma.
Quando in superficie si sarà formata la crosta della consistenza e doratura che preferite, coprire la teglia con dell’alluminio ed ultimate la cottura con il forno tradizionale. Questo vale per tutte le cotture in forno.
Attenzione però … la pratica va evitata se preparate un soufflè.

Pesce

La freschezza
.
Tutti sanno ormai come si riconosce il pesce fresco ma c’è un trucco che sfugge ai più.
L’odore di pesce non esiste. L’odore del pesce è lo stesso di quello delle alghe. Più sa di pesce e più non è fresco.

Cottura arrosto o al forno
Si attacca sul fondo del recipiente … parte della pelle pelle e della polpa perduti! Mettete alcune fette spesse di limone tra il pesce da cuocere e il fondo del recipiente. Ci guadagnerà anche la digeribilità.

Polpette morbidissime
Non è vero che le polpette si fanno con gli avanzi.
Molti di noi acquistano appositamente gli ingredienti per prepararle.
Ma talvolta ci riescono come pallettoni da sparare in una battuta di caccia al facocero e dato che detestiamo la caccia finiamo col gettarle via.
Invece  possiamo ottenere polpette morbidissime aggiungendo all’impasto mollica di pane e latte. Si scioglieranno in bocca ed anche i facoceri ringrazieranno.


Prezzemolo

Facilmente perde colore e profumo.
Seguite questa facilissima procedura: mettete un tappo di sughero nell’acqua dove lavate il prezzemolo e resterà verdissimo e profumato.

Risotto

Prima di fare un risotto tutti sanno che il riso va tostato, ovvero fatto soffriggere sino a che i bordi dei chicchi non siano diventati trasparenti.
Ma perché? Perché l’operazione consente di rendere più morbide le “pareti” dei chicchi che cuocendo rilasceranno l’amido che darà al risotto una morbida cremosità.

Torta della nonna

Abbiamo fatto la nostra bella torta “della nonna” ma se resterà lì un po’ alla fine si asciugherà e diventerà dura … niente paura … prendiamo mezza mela e mettiamola nel contenitore per torte dotato di coperchio od anche in un piatto che poi copriremo con un altro.

Verdure, ortaggi e legumi da congelare

Le verdure prima di essere congelate devono essere lavate bene, tagliate nella misura che desideriamo e quindi sbollentate ovvero immerse per qualche attimo in acqua in fase di bollitura.

I pomodori che dovranno venire congelati interi
, i peperoni verranno divisi e metà e svuotati dei semi
, i fagioli dovranno essere tolti dal baccello.


Verdure da lessare

Le verdure lessate sono buone, si prestano a tante preparazioni e fanno bene.
Ma … con la bollitura diventano scure. Che fare? Basta semplicemente farle bollore senza coperchio e manterranno il loro colore verde.

Salame scuro

Avete un bel salame che avete tagliato per usarne una parte? Che peccato poi quello scuro che si vede e siamo costretti ad eliminare… ma noooo il trucco c’è! La parte tagliata e conservata non diventerà scura se ci spalmerete del burro e fascerete con carta alluminio.
Provate e sappiatemi dire.

Sogliola

Il pesce fa bene ed è buono. Spesso ci capita di trovare dal nostro pescivendolo preferito delle bellissime sogliole che lui ci garantisce freschissime.
Le compriamo?  Mmmmmh … sono ottime ma sono talmente sottili che spellarle diventa un problema e quindi ci rinunciamo. Perché?
Compratele e prima di cucinarle  scaldatene la coda sul fuoco per 10/15 secondi.
La pelle verrà via in un batter d’occhio. E buona sogliola!

Uova

Ricordatevi che le uova vanno sempre cotte a temperatura ambiente. Per cui tiratele fuori dal frigorifero un’ora prima.

Guscio sottile

Se dovete fare à la coque o sode delle uova e vi accorgete che hanno il guscio sottile cuocetele in acqua salata e/o fate su ogni estremità dell’uovo un forellino con uno spillo. Non si incrineranno.

Uva passa

L’uva passa va prima ammorbidita in acqua tiepida, lo sappiamo.
Ma in quanti sappiamo che va poi asciugata ed infarinata leggermente?
Per eliminare l’eccesso di farina si usa un colino in cui si scuoteranno gli acini.
Ah … la stessa cosa (infarinatura) va fatta con la frutta candita da cuocere.

Alcuni consigli e trucchi in cucina 1°
Alcuni consigli e trucchi in cucina 2°

Ti è piaciuto l’articolo? Se vuoi iscriviti alla mailing list e riceverai un avviso quando ne pubblicherò uno nuovo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: